Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. X

Il mondo in piazza per il clima


Venerdì 15 marzo sciopero mondiale per il futuro. Nostro, e del pianeta

Ci siamo: il 15 marzo sarà una giornata di mobilitazione globale, ed è ormai alle porte. Da settimane i social network sono in fermento. Più di 1000 città in 89 paesi (link) hanno aderito all’appello della giovanissima attivista Greta Thunberg a scendere in piazza per il clima. L’iniziativa parte soprattutto dagli studenti: migliaia di ragazzi di tutto il mondo non andranno a scuola o all'università venerdì. Perché studiare per un futuro, se un futuro non ci sarà? Sciopereranno in piazza e nelle strade per far sentire la propria voce, per chiedere ai capi di stato e di governo di attuare azioni concrete contro i cambiamenti climatici.


Le parole non ci bastano, ora vogliamo i fatti. Chiediamo ai decisori politici di prendersi la responsabilità di risolvere la crisi climatica o di dimettersi”, si legge nella lettera ai politici scritta dai giovani di Fridays For Future italiani. Nel nostro paese il movimento ha avuto una crescita esponenziale in poco più di due mesi: partito su Facebook l’8 gennaio, ha ora raggiunto più di 20.000 persone. A guidarlo sono giovani con un’estrema consapevolezza della situazione climatica che li circonda, ragazzi e ragazze che si sentono chiamati in causa per il bene del nostro pianeta, e che non hanno alcuna intenzione di perdersi un evento storico. “Un evento per studenti e professori, un evento per famiglie e per tutti coloro che hanno a cuore il clima, un evento pacifico e non violento”. Al movimento hanno aderito ovviamente anche gli adulti e fra questi moltissimi scienziati. Uno su tutti Luca Mercalli, meteorologo e divulgatore scientifico, impegnato da anni nella sensibilizzazione sul tema dei cambiamenti climatici.

A Milano sono diversi gli appuntamenti in programma per il climate strike: si inizierà alle 8.30 con il ritrovo degli studenti a Largo Cairoli.  Alle 9.30 partirà la marcia fino a Piazza della Scala, dove dalle 11 alle 13 si terrà la manifestazione per il clima organizzata da Fridays For Future Milano. Per chi preferisce un orario serale l’appuntamento sarà alle 18, sempre in Largo Cairoli, con la manifestazione organizzata dalla rete Milano per il clima.

Tutti sono necessari, tutti sono i benvenuti. Anche Oikos parteciperà a questa giornata di mobilitazione globale: unisciti a noi, il futuro del pianeta è adesso!

X
Iscriviti alla nostra newsletter

Sei interessato alle nostre attività?
Iscriviti alla nostra newsletter qui.
Informativa privacy