Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. X

Dichiarazione dei redditi 2021: scadenze e informazioni utili


Con la tua firma riportiamo la natura in città: dona il tuo 5x1000 a Istituto Oikos CF.97182800157

RICEVI GRATUITAMENTE IL PROMEMORIA

La dichiarazione dei redditi è il documento attraverso il quale i contribuenti comunicano al fisco italiano i redditi percepiti nell’anno precedente alla presentazione, utile allo stato per calcolare le imposte dovute, le esenzioni e i rimborsi, ad esempio per spese sanitarie o per donazioni ad organizzazioni non profit.
Anche quest’anno l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato le scadenze utili da tenere a mente, valide su tutto il territorio nazionale.
Ecco un semplice riepilogo:
Dal 10 maggio sono disponibili il Modello 730 precompilato e il Modello Redditi Persone Fisiche (ex Unico).
La scadenza per la presentazione del Modello Iva/2021 è il 30 aprile, mentre per l'invio del Modello 730, sia ordinario che precompilato, la scadenza è il 30 settembre e per il Modello 770/2021 è il 2 novembre (la scadenza del 31 ottobre slitta poichè cade di domenica).
La presentazione del Modello Redditi Persone Fisiche (ex Unico) per via telematica dovrà essere effettuata entro il 30 novembre, mentre per la presentazione in forma cartacea presso gli uffici postali, il termine è previsto per il 30 giugno.

La dichiarazione può essere presentata: direttamente dal contribuente tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate, tramite il Sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente pensionistico) oppure tramite CAF o un professionista abilitato.

Chiunque presenti la dichiarazione dei redditi può scegliere di destinare il 5 per mille della propria IRPEF (l’imposta sul reddito delle persone fisiche) a sostegno di organizzazioni non lucrative di utilità sociale, associazioni di promozione sociale e riconosciute, alla ricerca scientifica, universitaria o sanitaria, compilando, con la propria firma e il codice fiscale dell’ente, l’apposita sezione nella “Scheda per la scelta della destinazione dell’8 per mille, del 5 per mille e del 2 per mille dell'IRPEF”.
Il 5 per mille è una parte di imposte che già versiamo, pertanto non comporta nessun costo aggiuntivo per il contribuente.

RICEVI GRATUITAMENTE IL PROMEMORIA

X
Iscriviti alla nostra newsletter

Sei interessato alle nostre attività?
Iscriviti alla nostra newsletter qui.