Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. X

Viaggiare sicuri è un diritto di tutti


RoadKill. Interventi di riduzione dell’impatto stradale nei corridoi ecologici della Comunità Montana Valli del Verbano

Come ridurre gli incidenti stradali tra animali e veicoli?


L’impatto tra animali e veicoli, il “roadkill”, causa decine di morti all’anno in Italia e costa la vita a migliaia di animali, che si mettono in pericolo per spostarsi verso luoghi dove riprodursi e nutrirsi.
Istituto Oikos e la Comunità Montana Valli del Verbano uniscono le forze per proteggere la biodiversità in provincia di Varese. Perché
nuove tecnologie e comportamenti più responsabili possono garantire spostamenti più sicuri, per tutti. 

Il “roadkill”, ossia il problema dell’’impatto tra fauna e veicoli, continua a causare la morte di persone e animali. Si stima che per questa ragione in ogni provincia italiana perdano la vita circa 15.000 animali all’anno. Nell’81% dei casi segnalati le vittime sono mammiferi (cervi, cinghiali, tassi, volpi, caprioli), colpiti nel tentativo di spostarsi verso luoghi dove riprodursi o nutrirsi. Strade e ferrovie, infatti, creano una vera e propria barriera lungo i corridoi che gli animali utilizzano per spostarsi, riducendo la connessione ecologica e mettendo a rischio la biodiversità locale.
Con il progetto Roadkill, la Comunità Montana Valli del Verbano e Istituto Oikos hanno coinvolto 32 comuni delle valli del Verbano, in Provincia di Varese, in un’iniziativa molto concreta, che prevede l’installazione di innovativi impianti anticollisione - in corrispondenza dei corridoi ecologici dove si registra il maggior numero di incidenti - lo scavo di una zona umida e interventi per tutelare lo spostamento di rane e rospi.
La tecnologia messa in campo unisce sensori di velocità a rilevatori termici e di movimento. I sistemi si attivano nel caso in cui un animale stia per attraversare la strada e contemporaneamente un veicolo si avvicini a velocità elevata. Un segnale sonoro (grida, ululati) spaventa l’animale spingendolo a rimandare l’attraversamento, mentre un cartello luminoso avvisa l’automobilista del pericolo. Gli impianti consentono di raccogliere molti dati, come il numero di attivazioni, video che riprendono il comportamento degli animali, che permettono al nostro staff di valutare l’efficacia dell’azione.

Agli interventi sulla strada il progetto affianca una campagna di sensibilizzazione per diffondere buone pratiche di guida, come la riduzione della velocità, e informare gli automobilisti sui luoghi, i periodi e gli orari più a rischio. 

Per maggiori informazioni visita il sito: www.roadkill.it

Guarda lo spot!

xxxxxx

Condividi e diffondi il progetto

Vuoi approfondire?


Dal 1996 ad oggi abbiamo realizzato più di 300 progetti in Italia, Europa e nei paesi del Sud del mondo. Scopri nel dettaglio come portiamo avanti l’impegno per la tutela dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile.

X
Iscriviti alla nostra newsletter

Sei interessato alle nostre attività?
Iscriviti alla nostra newsletter qui.
Informativa privacy