Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. X

La risorsa più preziosa


DAFNE – Donne, ambiente, foreste comunitarie per la sicurezza alimentare in Rakhine

Sviluppo rurale sostenibile per l’affermazione del diritto alla terra


Le foreste del Rakhine, in Myanmar, sono ecosistemi delicati, minacciati da catastrofi naturali e dall’attività umana. Rappresentano però un bene insostituibile per le popolazioni locali, che dipendono interamente dalle risorse che questi ambienti offrono. Le foreste comunitarie sono la risposta di Oikos per proteggere la biodiversità locale, difendere il diritto delle comunità locali all’uso della terra in cui tradizionalmente vivono e offrire loro alternative economiche sostenibili. Valorizzando il ruolo delle donne, vere custodi dell’ambiente e delle tradizioni culinarie e culturali locali.

Il Distretto di Thandwe, nel Sud Rakhine, ha un immenso e riconosciuto valore ambientale e culturale. Comprende una grande varietà di ambienti e vaste zone di foresta che rappresentano una delle risorse produttive più importanti nella zona: offrono materiale da costruzione come legname e bambù, ma soprattutto cibo per le comunità locali, che basano la propria sopravvivenza su un’agricoltura di sussistenza.
Questi preziosi ecosistemi sono però a rischio, minacciati da condizioni di degrado ambientale estremo e dall’attività umana: i terreni forestali vengono infatti comprati da privati che disboscano per ottenere legno pregiato o per far spazio a piantagioni di caucciù. E anche gli abitanti dei villaggi, non avendo alternative economiche, tagliano alberi in maniera incontrollata per produrre carbonella e coltivare.
Migliorare la gestione delle foreste è quindi fondamentale. Lo facciamo creando foreste comunitarie, che garantiscono alle comunità locali il diritto di uso di un determinato pezzo di foresta per 30 anni, secondo alcune regole di utilizzo delle risorse. Le donne giocano un ruolo fondamentale nel processo di sviluppo territoriale sostenibile che vogliamo promuovere. Punto di riferimento per l’economia domestica – sono loro a occuparsi della raccolta, trasformazione e vendita di prodotti agricoli e forestali, unica fonte di reddito con cui si occupano della famiglia - sono però ancora tenute ai margini della società e le opportunità socio-economiche sono per loro insufficienti. L’avvio di piccole attività economiche basate sull’uso sostenibile delle risorse forestali, come la produzione di chili essiccato e la lavorazione del bambù, vede proprio le donne come protagoniste.
Con un’ampia campagna di sensibilizzazione rivolta a 64 scuole locali ci impegniamo per diffondere l’importanza della biodiversità della regione e delle tradizioni alimentari e culturali del Rakhine, attraverso il recupero delle varietà locali.

Condividi e diffondi il progetto

Condividi e diffondi il progetto

Questo progetto è finanziato da


  • Donatore

Vuoi approfondire?


Dal 1996 ad oggi abbiamo realizzato quasi 300 progetti in Italia, Europa e nei paesi del Sud del mondo. Scopri nel dettaglio come portiamo avanti l’impegno per la tutela dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile.

X
Iscriviti alla nostra newsletter

Sei interessato alle nostre attività?
Iscriviti alla nostra newsletter qui.
Informativa privacy