ITA ENG

Alimentazione sana e migliori condizioni sanitarie per tutti

Dagli orti rialzati alle latrine EcoSan, ecco le nostre proposte innovative e sostenibili per migliorare le condizioni di vita degli abitanti del Parco Nazionale delle Quirimbas.

Diffondi Il Progetto

Progetto: Pro. IBO. Tecnologie innovative per la produzione orticola e l’igiene ambientale nel Distretto di IBO (Mozambico)
Periodo: 2016-2018
Settore: Sicurezza alimentare | Clima ed energia | Economia locale 
Area: Africa
Paese: Mozambico
Stato: In corso
Partner: Fondazione IBO Università dell’Insubria Architetti Senza Frontiere Eco Moçambique
Ente finanziatore: Regione Lombardia

Il Mozambico è uno dei paesi più poveri del pianeta. Nella provincia di Cabo Delgado, quella con il più alto tasso di povertà nazionale, si trova un vero e proprio paradiso terrestre e marino, il Parco Nazionale delle Quirimbas. La biodiversità e il patrimonio naturale di questo magnifico arcipelago sono però altamente minacciate dall’attività umana e dagli effetti negativi dei cambiamenti climatici. Le risorse ittiche della zona sono sempre più scarse perché la pesca, principale occupazione per gli abitanti del Parco, sta diventando sempre più intensiva; attività economiche alternative quali il commercio e il turismo, che potrebbero garantire una fonte di reddito alternativa, rimangono inesplorate e inaccessibili ai giovani in cerca d’occupazione. Ma non è solo il sistema economico a mettere in difficoltà la popolazione. Le condizioni sanitarie dell’area sono infatti molto precarie e malattie come la salmonella e le infezioni intestinali molto comuni. Ecco perché è importante offrire una soluzione concreta alla malnutrizione e alla mancanza di un’educazione sanitaria di base.

Con questo progetto intendiamo migliorare la sicurezza alimentare e le condizioni di vita degli abitanti dell’arcipelago grazie a un’alimentazione più equilibrata, a standard igienico-sanitari adeguati e al tentativo di creare nuove opportunità economiche.
Come?

1. Promuovendo un’agricoltura di sussistenza
Il suolo povero e roccioso e la limitatezza di acqua dolce ostacolano la coltivazione anche su piccolissima scala. Per promuovere pratiche agricole semplici e replicabili a livello domestico il progetto contribuirà a costruire un Centro botanico- didattico composto da vivai, orti tradizionali, keyhole gardens - tecnologia sviluppata dalla FAO per lo sviluppo di attività agricole in aree poco idonee – e un’area attrezzata per attività di educazione alla sostenibilità ambientale. Supporteremo inoltre la creazione di 45 keyholes garden tra la popolazione di tutto il Distretto di Ibo.

2. Migliorando le pratiche igienico-sanitarie
Per fronteggiare il grave problema dell’utilizzo delle spiagge a scopi igienici verrà realizzato un prototipo di latrine presso la scuola primaria dell’isola di Matemo, con l’obiettivo finale di costruire 150 latrine a disposizione di altrettante famiglie. Guida i lavori il principio della sostenibilità ambientale: si tratta di latrine a secco in cui l’utilizzo di acqua è estremamente limitato. A supporto di questo intervento verranno riabilitati i sistemi di raccolta di acqua piovana in tutte e tre le scuole presenti a Matemo.

3. Creando nuove opportunità economiche per diminuire l’impatto sulle risorse marine
Supporteremo un gruppo di donne nell’avvio di un’associazione che gestisca il Centro didattico-botanico, luogo in cui promuovere buone pratiche agricole e commercializzare i prodotti della terra. Inoltre, all’interno dell’ECO-Centro realizzato da Oikos nell’ambito del progetto PHARO, riserveremo uno spazio alla promozione delle piccole imprese locali nel settore del turismo.

4. Promuovendo percorsi di sensibilizzazione
Per diffondere pratiche alimentari più equilibrate e abitudini igienico-sanitarie adeguate, coinvolgeremo 800 donne in campagne ad hoc sul miglioramento della propria alimentazione quotidiana e quella dei propri figli e iniziative nelle scuole per educare circa 3000 studenti al corretto uso delle latrine e all’importanza di adottare le norme sanitarie di base.

In parallelo realizzeremo spettacoli teatrali, corsi realizzati da esperti ambientali e attività di promozione sul territorio lombardo per studenti e cittadini, nell’ottica di diffondere una cultura della sostenibilità transfrontaliera.

Fai una donazione

Sostieni questo progetto

Oppure usa le nostre coordinate
inserendo nella causale il nome del progetto che desideri sostenere

BONIFICO BANCARIO:
intestato a Istituto Oikos Onlus
Banca Popolare di Sondrio, ag. 1 - via Porpora 104, Milano 20131
IBAN IT80R0569601602000006906X78

CONTO CORRENTE POSTALE:
c/c 61923629
intestato a Istituto Oikos

Sostieni Oikos

Oppure usa le nostre coordinate
inserendo nella causale il nome del progetto che desideri sostenere

BONIFICO BANCARIO:
intestato a Istituto Oikos Onlus
Banca Popolare di Sondrio, ag. 1 - via Porpora 104, Milano 20131
IBAN IT80R0569601602000006906X78

CONTO CORRENTE POSTALE:
c/c 61923629
intestato a Istituto Oikos