ITA ENG

Turismo, conservazione e sviluppo

Il turismo, se propriamente gestito, può avere un ruolo chiave nella conservazione dell'ambiente e nella lotta alla povertà

Diffondi Il Progetto

Progetto Gestione partecipativa del territorio ed ecoturismo per la riduzione della povertà e lo sviluppo sostenibile dell’arcipelago di Myeik (Myanmar)
Periodo 2012-2015
Settore Risorse naturali | Economia locale | Educazione alla sostenibilità 
Area Asia
Paese Myanmar
Stato Concluso
Partner Forest Department, Myanmar | BANCA Biodiversity and Nature Conservation Association, Myanmar
Ente finanziatore Ministero degli Affari Esteri DGCS; SDM Stiftung Drittes Millennium

Il Myanmar è uno dei paesi meno sviluppati al mondo (Indice di Sviluppo Umano 149 su 187 paesi, UNDP 2011). La povertà nelle aree rurali è estrema, specialmente tra le minoranze etniche che abitano le zone rurali più remote. L’economia nazionale è basata principalmente sullo sfruttamento delle ricche risorse naturali, che sta causando un grave degrado ambientale  e, di conseguenza, l’impoverimento delle comunità locali.
La fascia costiera del Mar delle Andamane, in particolare, è vittima di diversi tipi pressione, naturali e non, tra cui la pesca non controllata, l’eccessivo commercio di coralli, le dinamiche legate al cambiamento climatico e la deforestazione dei mangrovieti a favore di coltivazioni intensive.

L’arcipelago

L’area dove lavoriamo è l’Arcipelago di Myeik, nel mare delle Andamane, in Myanmar meridionale, nella Regione di Tanintharyi, lungo la costa che confina con la Tailandia. L’Arcipelago, composto da circa 800 isole, si sviluppa per 600 km lungo una direzione nord-sud e include il Parco Nazionale Marino di Lampi (PNML), unico parco nazionale marino in Myanmar.
Si stima siano tra le 10.000 e le 15.000 i pescatori che abitano l’arcipelago, di cui circa 3000 Moken, minoranza etnica meglio conosciuta come nomadi o zingari del mare. All’interno del Parco Nazionale Marino di Lampi abitano 2700 persone, di cui il 60% è rappresentato da bambini. Durante la stagione della pesca, numerosi pescatori provenienti da altre zone del Myanmar, e anche dalla confinante Tailandia, si spostano nelle acque di Myeik per alcuni mesi, vivendo su barconi da pesca o in villaggi temporanei.

La strategia

Il Parco Nazionale Marino di Lampi e le altre mete naturalistiche dell’arcipelago di Myeik potrebbero mitigare l’impatto antropico e il conseguente degrado ambientale, attirando flussi turistici e generando contemporaneamente fonti di reddito alternative che riducano la pressione sulle risorse naturali.
Ma tutto questo è possibile solo coinvolgendo la società civile e le autorità locali al fine e inquadrando le attività turistiche all’interno di un piano di gestione del territorio per la riduzione della povertà e la tutela dell’ambiente.

Con questo progetto vogliamo aprire la strada a nuove opportunità lavorative legate al turismo, partendo dall'analisi congiunta dei bisogni e dalle potenzialità degli attori locali attraverso specifici seminari e conferenze. Vogliamo anche sviluppare nella popolazione locale una maggiore coscienza dell’ambiente attraverso corsi di formazione e rafforzare le organizzazioni comunitarie impegnate nella gestione ambientale, affrontando in particolare i problemi più urgenti come l’approvvigionamento idrico, lo smaltimento dei rifiuti solidi e la riconversione delle pratiche di pesca.

Sostieni questo progetto

Oppure usa le nostre coordinate
inserendo nella causale il nome del progetto che desideri sostenere

BONIFICO BANCARIO:
intestato a Istituto Oikos Onlus
Banca Popolare di Sondrio, ag. 1 - via Porpora 104, Milano 20131
IBAN IT80R0569601602000006906X78

CONTO CORRENTE POSTALE:
c/c 61923629
intestato a Istituto Oikos

Sostieni Oikos

Oppure usa le nostre coordinate
inserendo nella causale il nome del progetto che desideri sostenere

BONIFICO BANCARIO:
intestato a Istituto Oikos Onlus
Banca Popolare di Sondrio, ag. 1 - via Porpora 104, Milano 20131
IBAN IT80R0569601602000006906X78

CONTO CORRENTE POSTALE:
c/c 61923629
intestato a Istituto Oikos